• Slider Home 01
  • Slider Home 02
  • Slider Home 03
  • Slider Home 04
  • Slider Home 05
  • Slider Home 06
  • Slider Home 07
  • Slider Home 08
Slider Home 011 Slider Home 022 Slider Home 033 Slider Home 044 Slider Home 051 Slider Home 062 Slider Home 073 Slider Home 084
Slideshow Code In HTML by WOWSlider.com v2.9m
Accesso
Avvicinamento in auto
dalla Strada Statale 26, in direzione Tunnel del Monte Bianco, oltrepassare la rotonda di Courmayeur, dopo 2 km svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per la Val Veny. Proseguire per 5 km circa fino all'Area Pic Nic situata nei pressi del Bar Pramotton. Il parcheggio si trova sulla destra poco oltre.
Il sentiero
Dal parcheggio (1565m) si prosegue a piedi lungo la comoda strada pianeggiante che conduce ai casolari del Freney. Dopo aver attraversato i due ponti che permettono di attraversare la Dora di Veny e il torrente del Miage si devia a sinistra seguendo il sentiero 16 (cartello Rifugio Monzino).
Ci si innalza nel bosco fino all'attraversamento del ponticello sul torrente di Freney. Poco oltre si abbandona il sentiero che conduce al Lago delle Marmotte svoltando a destra. Da qui il rifugio e ben visibile in cima alla seconda barra rocciosa. Il sentiero conduce in breve al primo facile tratto di via ferrata.
La via ferrata
Riattrezzata completamente nel 2008 con materiale in acciaio Inox, la via ferrata si può suddividere in tre sezioni: la prima parte supera alcuni corti risalti rocciosi, è molto semplice e permette di prendere confidenza con il terreno e l'attrezzatura. Dopodiché si riprende il sentiero per alcune centinaia di metri di dislivello, fino ad arrivara alla seconda parte di ferrata, quella più impegnativa. Questa sezione, ottimamente attrezzata, (foto) permette di superare una barra rocciosa alta un centinaio di metri. Il primo tratto offre due possibilità di salita, quella di sinistra (consigliata in discesa) ricalca il vecchio tracciato, mentre quella di destra (consigliata in salita) sale in modo più diretto.
Una volta usciti da questo tratto di ferrata si riprende il comodo sentiero che aggira a sinistra la seconda barra rocciosa, superando i restanti corti tratti rocciosi che caratterizzano l'ultima parte della via ferrata. Da qui si prosegue per il sentiero lungo lo spallone dello Châtelet fino al Rifugio Monzino (2561m).

Contatti:
+39.338.4839094 - Mauro
+39.0165.809553 - Rifugio
+39.333.9480629 - Gestore
Seguici sui social network:
Soc. Brouillard & C. s.n.c. di Armando Chanoine - Rue du Mont Blanc, 83 - 11017 MORGEX (AO) - C.F. e P.I.: 01106180076